prima pagina

notizie dal mondo CAI

organi e statuto

storia della sezione

territorio

attività

calendario escursioni

alpinismo giovanile

alpinismo arrampicata

sci-escursionismo

tutela_ambiente_montano

gruppo speleologico

sentieristica

pubblicazioni

il Varco del Paradiso

cronache picentine

antologia articoli

i libri di vetta

flora

fotografie

varietà

meteo

link utili

contattaci

dove siamo - saremo



aggiornato il  23 agosto 2009 12.41

 

         

 

contatore attivato il 24 ottobre 2007

Canzoni 2


RISPOSTA  -  MUNTAGNA MIA

VA SENTIERO  -  SU PEI MONTI

44 SOCI

RISPOSTA (motivo: Blowing in the wind di Bob Dylan)

Quante montagne un Caino farà

e quando fermarsi potrà

Quante valli quest'uomo dovrà attraversar

per giungere e per riposar?

Quando almeno a qualcuno permesso sarà

un poco potersi appartar?

 

La sosta non c'è o forse chi lo sa

se pure concessa sarà!

 

Quando un panino potrem strafocar

e quando un caffè ingurgitar?

Quante volte una donna dovrà litigar

e un piccolo fiore strappar?

E poi quante persone dovremo ascoltar

la propria esperienza vantar?

 

Risposta non c'è o forse chi lo sa

per ora continua a marciar!

 

Quante volte qualcun sentiremo tuonar

e un coro sfiatato stonar?

Quante volte una bimba dovrà lamentar

che è stanca e che è meglio danzar?

Quante giovani donne un Caino dovrà

sulle forti sue spalle innalzar?

 

Risposta non c'è o forse non si sa

per ora continua a marciar!

MUNTAGNA   MIA

  

Che  bella  cosa  a  fa’ ‘na  cammenata

pe’  dduje  o  tre  gghiuorne

‘ncopp’ ‘e  Picentine:

è  ‘n’ atu  munno,  ma  sta  ccà  vicino

che  bella  cosa   è   chesta  traversata !

 

Muntagna  mia,  tu  l’ a  ja  sapè:

‘o  core  mio  sta  ‘nfronte  a  te,

‘ o  core,  ‘o  core  mio

sta ‘nfronte  a  te,   sta  ‘nfronte  a  te !

 

Còceno ‘e  prete  quanno  ‘nfoca  ‘o  sole

ma  sott’ ‘e  fronne  l’acqua  corre  e  canta,

e  ‘a  neve  stenne  ‘na  cuperta  janca,

è  tutto  bello: ‘a neva,  l’acqua  e ‘o  sole !

          

Muntagna mia………………….

 

Quanno  fa’  notte  e  ‘o  sole  se  ne  scenne

a  me  nun  coglie  la  malincunia

si  ‘nziem’ ‘o  Ninno  tu  me  cunnulii,

ca’ tu,  Muntagna,    la  mamma  mia ! 

 

Muntagna mia……………………………

 

 

I^  Traversata dei Monti Picentini  *  19-21 ottobre  2001

VA  SENTIERO…

 

Va  sentiero  sull’ Alpi dorate,

va danzando sui clivi e sui colli

ove olezzano, tepide e molli,

l’ aure dolci del nostro vagar !

          

D’ Appennino le rive saluta,

dei vulcani le balze infocate,

oh  montagna,  giammai fia perduto

questo amore sì caro e fatal  !

   

 

Oh scarpon dai molteplici passi,

giammai queto dal chiodo tu pendi:

del Caino nel petto riaccendi

il desio di salire più su  !

 

Di  Picenza rivivano i fati,

sui  suoi monti si compia l’evento:

traversando si  elevi un concento

che rinnovi l’antica virtù  !

SU  PEI MONTI...(motivo: Sul cappello)

Le montagne, le montagne che attraversiamo,

son l’Italia, son l’Italia, l’Italia vera:                     

qui portiamo, qui portiamo la bandiera,

la  bandiera, la bandiera dei bravi Alpin  - oilalà!

 

Leviamo in alto il nostro canto,

leviamo al cielo il canto degli Alpin !

                          

Su pei monti, su pei monti del mio Paese,

sono tante, sono tante, tante le genti.

Ma uno solo, ma  uno solo  sia il sentimento:

pei fratelli, pei fratelli pace ed amor  - oilalà !

                         

Leviamo in alto il nostro canto,

leviamo al cielo, il canto degli  Alpin  

                         

Nella Storia, nella Storia che noi viviamo,

ricompare,  ricompare talor la guerra:

combattiamo, combattiamo perchè la terra

trovi alfine, trovi alfine pace ed amor !

Leviamo in alto il nostro canto,

leviamo al cielo il canto degli Alpin !

44 SOCI… (motivo: Quarantaquattro gatti)

Dentro le mura della sezione

pian piano crebbe la spedizione,

ma ci voleva una riunione

per precisare la situazione:

 

Quarantaquattro soci

didietro di  me sul monte Civetta

marciate silenziosi,

guidati da me per giungere in vetta,

tranquilli ed allineati,

in fila con me,  compagine eletta,  

gli zaini affardellati,

in fila con me, Umberto Marletta !

 

Con Marletta sta in fila il CAI

e va su con grande classe !

 

Egli diceva a tutti i caini

ora ammiratevi i passi alpini,

dopo, la sosta e all’occasione

sarà concessa l’evacuazione !

 

Quarantaquattro soci,

didietro di te,  senz’ansia né fretta

noi marcerem felici

per monti  per valli e fin sulla vetta

assai gratificati,

in marcia con te o nobil  Marletta

nel corpo un po’ sudati,

ma freschi nel cor:  che guida perfetta!

 

Con il prence sta lieto il CAI

e va su sempre più in alto !

 

Occasione:  Settimana alpinistica sulle Dolomiti Bellunesi 19-28-8.2007

 

 


torna su ] Canzoni 1 ] [ Canzoni 2 ] Canzoni 3 ] Poesie 1' ] Poesie 2' ] Poesie 3' ]